WantedPrimoMaggio: nessuna selezione ligure per il 2019

di Redazione, pubblicato il 25 Febbraio 2019

Nata nel 2012 grazie alla spinta propulsiva di Giulio Tedeschi e di Audiocoop Piemonte/Valle d’Aosta, la rassegna WantedPrimoMaggio, che in questi anni era diventata una rassegna coinvolgente una mezza dozzina di regioni italiane, nel 2019 sarà una manifestazione esclusivamente dedicata a band ed artisti emergenti della zona torinese e dintorni.

Quindi, almeno per quest’anno, le selezioni liguri, che davano la possibilità alla band/artista vincitrice di esibirsi durante la programmazione di alcuni festival indipendenti nel nord ovest italiano (e non solo), non si terrà.

Nei prossimi mesi saranno discusse strategie e possibilità di ripristinare la manifestazione (perlomeno a carattere regionale) per il 2020, ma per il momento la Liguria saluta la manifestazione che ha dato tante soddisfazioni a band ed artisti liguri e che ha proposto grandi serate, sia durante le selezioni regionali che, soprattutto, durante le maratone nel giorno della festa dei lavoratori all’interno del mitico Hiroshima Mon Amour di Torino.

Infatti quattro edizioni (su sette totali) sono state vinte a livello nazionale da band liguri:

AUDIOgraffiti (Genova)  nel 2012

The Liar Trump (La Spezia) nel 2014

Guzuta (Genova) nel 2017

Diatomea (Savona) nel 2018

gli altri finalisti che si sono battuti con onore durante i primi maggi torinesi sono stati

Just Add Melody (Genova) nel 2013

Malenky Slovos (La Spezia) nel 2015

Jess (Genova) nel 2016

 

In attesa di novità per i prossimi anni ringraziamo tutti coloro che ci hanno permesso e supportato sull’organizzazione della manifestazione, gestita a livello regionale dall’associazione culturale Metrodora con criteri valutativi (sia nella fase di preselezione che durante le serate live) caratterizzati da equità e trasparenza. Sempre per quel che riguarda la Liguria possiamo affermare che la partecipazione da parte di band e artisti è stata molto alta. Più di trenta iscritti mediamente per ogni stagione, per quasi duecentocinquanta totali nei sette anni. Numeri che attestano il fermento musicale che pervade la nostra regione, oltrechè la città di Genova; numeri ben superiori che nelle altre regioni d’Italia coinvolte nella rassegna.

Un ringraziamento sentito a Giulio Tedeschi e Audiocoop Piemonte, con i quali speriamo in futuro di tornare a collaborare, magari con nuovi format ed obiettivi.

Un ringraziamento particolare a Giovanni Villani, che ha coordinato la giuria di esperti per tutte e sette le edizioni, è stato il fotografo ufficiale della manifestazione e ha interpretato il suo ruolo con rigorosa serietà e competenza.

Un ringraziamento a tutti i giurati delle varie edizioni (in particolare  a quelli coinvolti in più edizioni, quali ad esempio i giornalisti Claudio Cabona, Diego Curcio, Massimo Ponte, Francesco Casuscelli tra gli altri), oltrechè le associazioni che ci hanno dato una mano (Lilith Festival, Varigotti Festival, La Clinica Dischi) e a tutti i musicisti che hanno vinto, che si sono ritrovati giurati nell’edizioni successive.

Arrivederci a Wanted, nella speranza che torni presto più forte.

 

 

Photos by Giovanni Villani ©

diatomea altrove

diatomea, vincitori nazionali edizione 2018

 

guzuta al teatro altrove

guzuta, vincitori nazionali edizione 2017

 

jess , vincitrice regionale edizione 2016

 

malenky slovos al 261 club. Photo by Giovanni Villani

malenky slovos, vincitori regionali edizione 2015

 

the liar trump wanted 2014

the liar trump vincitori nazionali edizioni 2014

 

just add melody

just add melody sul palco dell’hiroshima mon amour, edizione 2013

 

audiograffiti

audiograffiti, vincitori nazionali dell’edizione 2012. Photo by Francesca Traverso

Proseguendo la navigazione su questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies per offrirti una migliore esperienza. Se continui la navigazione senza modificare le impostazioni relative ai cookies o clicchi su "Accetta", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi