L’ultimo Trip del “savonese” Joe Vescovi

di Roberto Giannini, pubblicato il 30 Novembre 2014

Dopo Bambi Fossati, la nostra regione perde un altro grandissimo protagonista del periodo ‘oro del rock progressivo dei ’70.

Leader, tastierista e vocalist dei mitici The Trip, Joe Vescovi ha scritto pagine importantissime, i tre fondamentali album tra il 1971 e il 1973.  The Trip sono stati la più inglese delle band ital prog, anche grazie al fatto che, oltre all’immenso Joe e al batterista Pino Sinnone, chitarrista e bassista erano londinesi, di nascita o d’adozione. Nella primissima (parliamo del 1967) formazione della più antica delle nostre band aveva fatto parte per una stagione un tal Ritchie Blackmore, prima di trovar fortuna con i Deep Purple.

Due dei capolavori, Caronte ed Atlantide, che proponiamo in full streaming via youtube, sono datati 1971 e 1972.

Il terzo altrettanto fondamentale Time of change è stato inciso con l’immenso Furio Chirico (futuro Arti+Mestieri) dietro le pelli.

Terminata l’esperienza con i Trip, Joe Vescovi entra negli Acqua Fragile, prima di approdare  verso la fine dei ’70 ai più famosi Dik Dik.

Clicca qui sotto per ascoltare l’album Caronte del 1971 dei The Trip

[av_video src=’https://www.youtube.com/watch?v=S5DWdTinUkw’ format=’16-9′ width=’16’ height=’9′]

Clicca qui sotto per ascoltare l’album Atlantide del 1972 dei The Trip

[av_video src=’https://www.youtube.com/watch?v=cp4mhohON4g’ format=’16-9′ width=’16’ height=’9′]

Proseguendo la navigazione su questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies per offrirti una migliore esperienza. Se continui la navigazione senza modificare le impostazioni relative ai cookies o clicchi su "Accetta", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi