Recensione + full streaming disco italiano: Slidea – Il verso dell’uomo – 2014

di Roberto Giannini, pubblicato il 4 Ottobre 2014

by Alessandro Adesso

Il verso dell’uomo è la voce di sei ragazzi che da Parma urla fino a farsi sentire sul palco del Festival delle Periferie.
E’ il nitrito dei cavalli in giacca e cravatta stampati sulla copertina di questo album, o il lamento dei due umanoidi presenti nel booklet del cd.
E’ un Disordine Mentale che con il suo riff ricorda il Mr. Jack dei System Of A Down. Sono gli stessi System Of A Down, o meglio, il loro spettro che ritorna più volte accompagnato da amici che hanno visto giorni migliori nel decennio scorso.Il verso dell’uomo è l’urlo di chi è invisibile agli occhi dei passanti, alle Ore 8:00 Stazione Centrale. Ma è anche altro il verso dell’uomo: undici tracce che vanno a comporre il secondo album di  questa band formatasi nel 2003 e che dopo più di dieci anni di attività ha ancora tanta voglia di spaccare come ha dimostrato in villa Bombrini lo scorso 18 luglio.
Ok, non è un album imprescindibile e comunque la dimensione su disco non restituisce appieno la loro carica live (vedere quanto sudano per credere), ma gli Slidea hanno già lasciato un segno, seppur piccolo, nel vasto mondo del crossover e di tutti i suoi derivati.

 

Formazione:
Alessandro Belletti: voce
Filippo La Marchina: voce
Giuseppe Crivaro: tastiere
Michele Casalini: chitarra / sampler
Luca Raffaetta: basso
Marco Crivaro: batteria
Registrato presso il Dude Music, Correggio (PR)

Distribuzione: Nadir Promotion Agency (GE)

 

Clicca qui sotto per ascoltare l’intero album in streaming

 

Contatti:
www.slidea.net
www.facebook.com/slidea

Proseguendo la navigazione su questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies per offrirti una migliore esperienza. Se continui la navigazione senza modificare le impostazioni relative ai cookies o clicchi su "Accetta", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi