Masterpieces from all times part 1: X – Los Angeles – 1980

di Redazione, pubblicato il 25 Agosto 2021

Inauguriamo questa serie di podcast di album fondamentali della storia del rock con il capolavoro della band losangelina X, formata dall’istrionica coppia (in arte e nella vita, almeno in quel periodo) con la vocalist Exene Cervenka e il bassista e vocalist John Doe, coadiuvati dal chitarrista dalle influenze rockabilly Billy Zoom e dal batterista Don Bonebrake. Il tutto sotto la supervisione dell’ex Doors Ray Manzarek, che produce l’album e suona l’organo in alcuni brani, oltre a prestare la magnifica Soul kitchen per una cover immortale.

L’album d’esordio del quartetto, pubblicato nell’aprile 1980 dalla Slash Records, è un concentrato (poco più di mezz’ora la versione originale) di punk californiano che strizza l’occhio all’acid rock del decennio precedente, laddove l’accoppiata Cervenka/Doe sembrano fortemente influenzati dalle scorribande sonore dei sodali jeffersoniani Grace Slick/Paul Kantner, e nel complesso il sound appare come se Chuck Berry suonasse nei Sex Pistols.

Memorabili sia i brani suonati a duemila all’ora (dalla strepitosa title track all’anfetaminica Johnny Hit and Run Paulene) che quelli più ipnotici (Nausea e The Unheard Music in primis), ma in generale l’intero album è da considerarsi un punto di non ritorno per la cultura rock in generale e per il punk/post punk in particolare.

billy zoom, john doe, exene cervenka e don bonebrake nel 1980

Buon ascolto.

Proseguendo la navigazione su questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies per offrirti una migliore esperienza. Se continui la navigazione senza modificare le impostazioni relative ai cookies o clicchi su "Accetta", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi