Masterpieces from all times part 22: Almamegretta – Sanacore 1.9.9.5. – 1995

di Redazione, pubblicato il 1 Luglio 2022

Continuiamo la nostra serie di podcast di album fondamentali della storia del rock questa volta prendendo in esame un disco italiano di una band napoletana, gli Almamegretta, che è stata formidabile miscuglio di generi quali dub, reggae, trip hop, hip hop, tradizione napoletana. Quest’ultima è l’elemento principale, e il tutto trova l’apice nel secondo album, grazie anche al lavoro eccezionale di Adrian Sherwood, beatmaker, produttore e assoluto guru in ambito dub.

L’album si intitola Sanacore, uscito per il trinomio Anagrumba/CNI/BMG, ed è considerato pressochè all’unanimità uno dei dischi fondamentali di tutta l’epopea rock italica. Suoni nuovi, perfettamente consoni a quegli anni novanta assolutamente pervasi di fermento e creatività, laddove sia al Nord (con la galassia CSI e CPI particolarmente attiva) che al Sud (la scena napoletana, perfettamente in sintonia con la cultura dei centri sociali) i talenti abbondavano.

La band, formata dal vocalist Raiz, dal chitarrista Gianni Mantice, dal batterista e percussionista Gennaro T., dal tastierista Pablo, dal bassista e trombettista Mario Formisano e dall’addetto ai campionamenti D. RaD., scorina undici piccoli capolavori anche grazie alla collaborazione di ospiti del calibro di Daniele Sepe, Giulietta Sacco e molti altri. Il singolo che ne è stato estratto è lo stupendo dub di Nun te scurdà con un accattivante videoclip diretto da Pappi Corsicato.

Buon ascolto.

almamegretta 1995
almamegretta 1995

Proseguendo la navigazione su questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies per offrirti una migliore esperienza. Se continui la navigazione senza modificare le impostazioni relative ai cookies o clicchi su "Accetta", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi