Live from the past vol.36: Jim Croce – Lost time in a bottle

di Roberto Giannini, pubblicato il 23 Dicembre 2018

Questa trentaseiesima puntata di streaming di concerti integrali del passato, si occupa di una serie di registrazioni che partono dal lontano 1964 e arrivano fino a metà degli anni ’70, incise da un cantautore americano molto sottovalutato e purtroppo scomparso troppo presto, che ha scritto alcuni brani che sono dei classici della storia del rock.

Si tratta di Jim Croce, americano di Philadelphia, uno dei cantautori più prolifici tra la fine dei sessanta e la prima metà dei settanta, la cui carriera fu stroncata nel 1973 da un incidente aereo, proprio nel giorno in cui uscirono I got a name, registrato durante l’estate, che divenne disco d’oro, e la raccolta Photographs and Memories.

jim croce

jim croce

Durante la sua breve carriera Jim Croce riuscì a pubblicare cinque album, facendosi dapprima strada quale nome di culto del panorama autoriale della West Coast, e poi consolidando il successo con due album fondamentali quali il già citato I got a name e il precedente Life and times, sempre del 1973 .

Il disco che pubblichiamo grazie alla benemerita Cleopatra Records comprende registrazioni dal vivo del 1964 al Cazenovia College, del 5 febbraio 1973 all’Harper College e alcuni demotape di brani rimasti nei cassetti.

Jim Croce resta uno degli ultimi menestrelli vagabondi che, come Woody Guthrie prima di lui, racconta storie di gente e di emozioni e sa dividersi tra una melodica vena di malinconia e il vecchio sogno americano.

Buon ascolto

Proseguendo la navigazione su questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies per offrirti una migliore esperienza. Se continui la navigazione senza modificare le impostazioni relative ai cookies o clicchi su "Accetta", acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi